Il blog riflette lo stato d’animo del blogger

Era dal 26 gennaio, quindi da 7 mesi che non scrivevo più un nuovo post su questo blog. L’ultimo pensiero, forse rivelatosi tragicamente premonitore, era stato per Fiocco, il labrador color miele, guardiano dell’ufficio della mia azienda che è morto improvvisamente di tumore.

Quindici giorni più tardi è successa la stessa cosa a Eris, il mio boxer, “la mia bambina”, il grande amore della mia vita assieme a mia moglie, e da lì ho perso la voglia e lo stimolo di scrivere. Mi è arrivato addosso un tir, sembrano luoghi comuni ma con lui è morta anche una parte di me, una parte buona come del resto lo era lui. Da quando non c’è più Eris sono diventato molto più cinico e spietato, le cose brutte della vita mi sembrano quasi insignificanti in confronto alla sua perdita.

Pian piano mi sono ripreso, concentrando le mie attenzioni sul mio altro cane, Argo, un pastore tedesco che pensava solo a giocare. Poi c’è stato il matrimonio a maggio, un giorno bellissimo che vorrei rivivere, un viaggio di nozze indimenticabile e strepitoso on the road negli states e in polinesia, che mi ha aiutato a riprendermi.

Ad agosto, nell’unico weekend in cui sono andato al mare con gli amici, ricevo la talefonata alle 7 di mattina di mia mamma che piangendo mi dice che Argo è morto nella notte, da solo in garage. In confronto alla tragedia di Eris che ho vissuto per due settimane (non auguro a nessuno di accompagnare alla morte il proprio amore!) è stata una cosa fulminea, meno dolorosa, ma che mi ha lasciato un altro grande vuoto.

In questo 2009 di merda, a parte il matrimonio, ho perso 2 membri della famiglia, 2 amici con cui ho vissuto per 8 anni, e che sono stati i più sinceri e fedeli tra tutte le persone che conosco.

Perchè lo voglio scrivere su un blog? Per dire a tutti (scopro con stupore che a distanza di tanti mesi il mio blog è ancora molto visitato!) che la vita è un grande schifo, che il destino non guarda in faccia a nessuno e in un attimo ti toglie tutto quello che di bello ti aveva regalato prima… ma che possiamo trovare nuova forza  nel pensiero che dopo la morte finalmente ci riuniremo ai nostri amori e potremo stare con loro per sempre.

Non so se scriverò altri post su questo blog, i pochi articoli che parlano di web li scrivo sul blog ufficiale di Net Sinergy, però volevo scrivere qualcosa che potesse rappresentare la fine o un nuovo inizio…

0 Responses to “Il blog riflette lo stato d’animo del blogger”



  1. Lascia un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




RSS del blog conversiamo - Pensieri web2.0 di Alessandro Trenti e dei suoi amici

Se ti piace il mio blog puoi inserirlo nei tuoi bookmark o in siti di tagging come del.icio.us, ma poi devi ricordarti di controllare se ci sono degli aggiornamenti... se utilizzi invece gli RSS tramite un aggregatore sarai sempre informato suoi nuovi articoli che scrivo senza dover controllare sempre il mio blog.

Archivi


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: