Messaggi di marketing (a mio parere) sbagliati!

maialini 

Spostandomi ogni giorno da Modena (casa mia) a Casalecchio di Reno (sede di Net Sinergy) ascolto un sacco di radio, e come ho scritto anche in un altro post sono un assiduo ascoltatore di RadioBruno.

Mi sono rimasti impressi due spot radiofonici perchè propongono messaggi di marketing che, pensandoci bene, mi hanno fatto pensare al lato negativo del prodotto/servizio piuttosto che ai vantaggi e ai punti di forza, e mi è sembrato molto strano visto che sicuramente le aziende committenti si saranno affidati ad agenzie di comunicazione.

Li espongo brevemente:

I poveri maialini: L’azienda agricola Poggiocastro è ultimamente molto attiva con la pubblicità in radio e correttamente invita sempre alla fine dello spot a visitare il sito internet aziendale. Ultimamente sento spesso però una nuova pubblicità per promuovere la vendita di carne di maiale, dove una voce di donna/bambina molto accattivante dice più o meno: “I maialini dell’azienda agricola Poggiocastro mangiano l’erbetta fresca di montagna, corrono e giocano felici nei campi e si fanno i fanghi di bellezza….”!!! Già mi vedo le maialine rosa davanti allo specchio con le guanciotte con il cerchio di fango e i piccolini che corrono nei prati e fanno la lotta tra di loro a pancia in sù… stupendo…. E IO DOVREI MANGIARLI?!?!?!?!?! Mi sentirei un mostro!!!!! Piuttosto avrei puntato molto generalmente sul fatto che sono maiali italiani, allevati senza mangimi strani ma solo con prodotti naturali, ed entatizzando sulla sicurezza nell’acquistare la carne, quasi come se si stesse parlando di un’entità astratta e non di una povera creatura con le orecchie rosa a trinagolo che diventerà un cadavere nel mio piatto!!!

La tristezza di acquistare casa: la Banca Popolare di S.Felice sul Panaro è uno degli esempi positivi dell’imprenditoria emiliana che ha dato vita a tante piccole banche di successo. Attualmente sta pubblicizzando in radio il Mutuo Felice e lo spot recita più o meno: “Si può essere felici con un mutuo? Forse felici no, però sereni sì con il mutuo di Banca Popolare di S. Felice…..”!!! A me questo messaggio trasferisce grandissima negatività… in pratica la banca mi dice che per 20/30 anni sarò infelice perchè dovrò pagare il mutuo, però almeno me ne starò sereno! Mentre invece, considerando che acquistare casa, iniziare una nuova vita con la persona che ami, diventare indipendente, è il sogno di ogni italiano il messaggio da trasferire è la gioia di questo passo e la traquillità di farlo assieme ad una piccola banca che è vicina ai suoi clienti e condivide con loro sogni e progetti.

Che ne dite? Le agenzie di comunicazione che hanno curato queste campagne hanno veicolato in maniera errata il messaggio o sono io che ho una sensibilità e un punto di vista particolare?

5 Responses to “Messaggi di marketing (a mio parere) sbagliati!”


  1. 1 Ferro marzo 18, 2008 alle 4:51 pm

    concordo per i poveri porcellini. per i mutui di san felice sicuramente il tuo messaggio è migliore di quello trasmesso dall’agenzia alla quale si sono affidati. però puntando sulla felicità non potevano neanche dire che uno è felice di avere un mutuo però almeno è sereno nel senso tranquillo. messaggio che mi lascia neutro. sicuramente dato il fatto che siamo qua a parlarne entrambe le agenzie di comunicazione hanno toppato, magari se avessero fatto un mini sondaggio avrebbero trovato altri che la pensano come noi.

  2. 2 alessandrotrenti marzo 18, 2008 alle 6:59 pm

    grandissimo Ferro che lascia un altro commentino nel mio blog!😉
    si dai in effetti pensandoci bene il messaggio della Pop. di S.Felice è abbastanza neutro nel complesso, forse nel momento in cui ho scritto il post ero un po’ ipercritico… però è anche vero che in base alla sensibilità di chi lo ascolta sta tra il neutro e il negativo, quindi sicuramente concordo con te che hanno toppato!

    Proporrei di organizzare una spedizione a Pavullo e di manifestare per la liberazione dei maialini! ehehe

  3. 3 Ferro marzo 21, 2008 alle 3:08 pm

    gugla alessandro netsinergy e vedi cosa esce al primo posto. dio rigattiere!

  4. 4 alessandrotrenti marzo 23, 2008 alle 5:37 pm

    ma che rigattiere, semplicemente ho la passione per gli orologi come mio nonno!😉 il suo vacheron mica l’ho venduto, anzi ti dirò che è custodito gelosamente in cassetta di sicurezza… non sono mica io che faccio il rigattiere su internet e vende su ebay i regali di compleanno che gli fanno i suoi amici vero ferro?! ahahhahahah

  5. 5 Della maggio 30, 2008 alle 2:19 pm

    Mi hanno detto, da chi l’ha provato, che invece lo stracchino Poggio Castro è il n.1….incuriosito lo voglio provare…


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




RSS del blog conversiamo - Pensieri web2.0 di Alessandro Trenti e dei suoi amici

Se ti piace il mio blog puoi inserirlo nei tuoi bookmark o in siti di tagging come del.icio.us, ma poi devi ricordarti di controllare se ci sono degli aggiornamenti... se utilizzi invece gli RSS tramite un aggregatore sarai sempre informato suoi nuovi articoli che scrivo senza dover controllare sempre il mio blog.

Archivi


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: